7 giugno, il fallimento, la Battipagliese: lo Schettino che affondò il Palermo

ALE
Nuvole gonfie di pioggia, cielo scuro, sinistri presagi. I fantasmi del fallimento anticipano l’estate e si appollaiano sui gradoni del Barbera. E riportano a galla vecchi incubi nel compleanno più triste del Palermo. Diciannove anni fa esatti, in un altro 7 giugno, il club rosanero è affondato da Schettino. Che non è ancora il comandante della Costa Concordia, ma soltanto il portiere della Battipagliese, famoso per avere giustiziato il Palermo in un afoso pomeriggio da cani. E’ il 1998, tempi duri. C’è da salvare la C1 e ribaltare lo 0-1 rimediato sette giorni prima in Campania. Basterebbe un golletto, pensano tutti.

Read More