“C’è un ufo”: 45 anni fa il volo su Palermo del dirigibile Good Year

ALE

“Stanno arrivando i marziani”. “C’è un ufo”. E ancora: “Cosa è questo coso che vola nell’aria?”. La mattina del 14 marzo 1976 a Palermo non si parla d’altro. Riavvolgiamo il nastro dei ricordi e riportamolo a 45 anni fa esatti. E’ un lunedì. La città si sveglia e si trova alle prese con un singolare evento. Dalla Siciia Orientale è arrivato improvvisamente il dirigibile pubblicitario Good Year. Dopo quasi 40 anni una aeronave solca i cieli di Palermo, lo fa nell’ambito di un tour pubblicitario in Italia. A causa dei possibili venti e della lenta manovrabilità, ma soprattutto per la scarsa possibilità di esposizione al pubblico, non è possibile ospitarlo a Punta Raisi.

Read More

Quando il terrore sbarcò a Punta Raisi: la storia del primo aereo dirottato su Palermo

ALE

Un aereo dirottato, il terrore, le trattative, il sospiro di sollievo. C’è tutto questo nel folle 14 gennaio 1980, 41 anni fa esatti. E’ la storia del primo dirottamento a Punta Raisi. La paura piomba nell’aeroporto palermitano nel tardo pomeriggio: il tunisino Farid Ben Mashri Zaiche, appartenente all’organizzazione antigovernativa Les Vivants, dirotta su Palermo il DC-9/32 I-DIZI in servizio per Alitalia sul volo 864 da Roma a Tunisi, pilotato dal comandante Furio Oggiano. Sull’aereo ci sono 83 passeggeri e 6 membri dell’equipaggio.

Read More

6 gennaio 2001, Palermo vince la Lotteria Italia: l’assist da 10 miliardi dell’ex calciatore Franco Casisa

Franco Casisa annuncia la vincita nel bar-ricevitoria di piazza Sant’Oliva, a Palermo (foto ANSA/Mike Palazzotto)

FRANK

Un cartellone celeste e una scritta in rosanero: “Vinti 10 miliardi di lire. Primo premio Lotteria 2001. Serie D 887784”. A tenerlo in mano, in posa per i fotografi, con un sorriso raggiante, è Franco Casisa, titolare del bar-tabacchi-ricevitoria, tra piazza Sant’Oliva e via Villareale, in pieno centro a Palermo. Ma non solo. Franco Casisa è un ex calciatore che ha giocato in A con Palermo e Lazio. Forse così si spiega la scelta cromatica del manifesto con cui, la mattina del 7 gennaio 2001, all’indomani dell’estrazione durante il programma “Carràmba, che fortuna“, Casisa annuncia ai giornali che nel suo locale qualcuno ha svoltato la sua vita.

Read More

Santa Lucia alla Favorita, arancine indigeste tra Rui Costa e Luca Toni

Il meraviglioso gol di Rui Costa in Palermo-Fiorentina del 13 dicembre 1995

ALE

Sì, è vero, con Lo Nero e Cammarieri era impossibile. E quel giorno in effetti non ci credevano in tanti. C’è l’odore dell’arancina nell’aria in una Favorita che fatica a riempirsi per l’evento di gala del decennio. Tredici dicembre 1995, Palermo-Fiorentina è la partita di ritorno dei quarti di Coppa. C’è da ribaltare lo 0-1 dell’andata con i viola di Batistuta. Match da sballo, ma stranamente non viene replicato il pienone dei turni precedenti, con Parma e Vicenza. La gente si sistema in curva e mangia. Cuccia, arancine e Coppa Italia. I rosanero di Arcoleo dopo l’inizio boom stanno arrancando. Arrivano da un pesante 0-4 a Reggio Calabria ma ci credono. Ranieri non si fida e fa giocare i migliori. 

Read More