Rossi, Tardelli e… Balotelli!

FRANK

Oggi non c’è bisogno di mettere foto a corredo del post. L’immagine è quella della testata di questo blog. Sono passati 30 anni. E molti quotidiani, stamattina in edicola, usano la parola amarcord e pubblicano lo scatto della mitica partita a scopone tra Zoff, Pertini, Bearzot e Causio.

“Rossi, Tardelli…
e Altobelli!”  

è il coro che risuona ancora nelle orecchie di tanti italiani che, a quarantaquattro anni dal 1938, videro l’Italia salire sul trono mondiale, a Madrid. Di quelli che c’erano e di quelli che lo hanno avuto tramandato.  Io faccio parte della seconda categoria.

“De Rossi, Tardellino (Marchisio)…
e Balotelli!”

è invece il coro che Casillas e compagni, dieci giorni fa, c’hanno ricacciato in gola. A quarantaquattro anni dal 1968, la maledizione europea continua. E c’è chi, come me, non ha ancora visto la Nazionale sul tetto del Vecchio Continente.

Il 21 dicembre, la fine del mondo e i ct

Vittorio Pozzo (con la coppa Rimet) e l'Italia campione del mondo nel 1938

FRANK

I Maya dicono che abbiamo 365 giorni di vita da oggi in poi. Secondo le loro previsioni il mondo finisce il 21 dicembre 2012. Beh, possiamo dire che per noi italiani, simbolicamente, il mondo è finito già altre due volte, proprio il 21 dicembre. In questa precisa data, infatti, sono morti Vittorio Pozzo ed Enzo Bearzot, i due commissari tecnici che prima di Marcello Lippi hanno conquistato tre titoli iridati alla guida degli azzurri.

Read More